Menu
bbq

Il Barbecue? No grazie!

Aristotele disse: E’ bene, nella vita come ad un banchetto, non alzarsi nè assetati nè ubriachi.

Senza “troppi” allarmismi (o forse si…), un barbecue fatto un paio di volte l’anno non dovrebbe creare eccessivi problemi alla vostra salute.

Ma in realtà  li crea, e come.

Carni, pesce, pane cotti direttamente sulla fiamma sono un rischio conclamato per il nostro organismo.

Cucinare su fiamma con un barbecue provoca la generazione di molte sostanze cancerogene, tra le quali gli IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici) e le amine eterocicliche, noti precursori tumorali per stomaco, fegato, polmoni ed intestino.

Inoltre l’alterazione delle sostanze grasse presenti nell’alimento esposto alle alte temperature portano alla formazione di molti radicali liberi.

Tra gli IPA prodotti con questo tipo di cotture troviamo il Benzopirene, categoria 1 della classificazione IARC quale sostanza che mostra proprietà cancerogene accertate per l’uomo.

Le Amine Eterocicliche Aromatiche sono invece prodotte dalla cottura alla fiamma, concentrate soprattutto nelle parti più carbonizzate, ottenute per pirolisi degli aminoacidi, ossia una cottura ad alte temperature in assenza di ossigeno. Queste amine sono dei pre cancerogeni che a livello epatico possono subire trasformazioni in composti con attività  cancerogena diretta capaci di legarsi al DNA umano formando degli addotti mutageni.

Il consiglio? Alimentazione variegata, in prevalenza ricca di frutta e verdure e tanta moderazione con gli altri alimenti.

Non potete proprio rinunciare ad un barbecue? Compratelo elettrico e magari usate anche un grill mat.

Siamo quello che mangiamo, sempre.

Share this Post!
0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.